Nino Nasi non è più

La FAI Reggiana esprime il proprio cordoglio per la morte di Nino Nasi e si stringe attorno ai famigliari e quanti condividono questa grande perdita per il mondo della cultura della nostra città.

Per molti decenni il nostro amico Nino è stato un punto di riferimento non solo per gli appassionati della lettura, che da lui trovarono libri curiosi e rari al di fuori della grande distribuzione, ma anche per i militanti della sinistra alternativa e libertaria del nostro territorio.

La Libreria del Teatro è stata un importante luogo di incontro e di circolazione delle nostre idee, anche in tempi in cui l’agibilità culturale dell’anarchismo e della stampa libertaria non era affatto scontata.

Da Nino si poteva trovare buona parte dell’editoria anarchica, le straordinarie documentazioni della controinformazione, la pubblicistica libertaria italiana e internazionale e tutto il materiale della contestazione al potere.

Inoltre erano presenti i titoli di tute le case editrici della controcultura, nel versante letterario, fumettistico e politico ma anche fanzine, ciclostilati, volantini e via dicendo.

La passione e la competenza di Nino per il suo lavoro era conosciuta e apprezzata dal mondo della cultura e dell’editoria di tutto il paese ed erano noti i suo rapporti con scrittori, editori, registi, poeti e giornalisti.

Con Nino se ne va un pezzo di una storia straordinaria che ha visto nella Libreria del Teatro la nascita di un importante luogo di produzione culturale, di eventi e di incontri.

Non dimenticheremo mai la sua straordinaria umanità, la sua grande disponibilità alla discussione e al confronto e il grande contributo nella formazione delle nuove generazioni.

Federazione Anarchica Reggiana – FAI

federazioneanarchicareggiana.noblogs.org || 348 540 98 46 || fa_re@inventati.org

About lorcon

Mediattivista, studente di storia contemporanea con attitudine geek, vive nella provincia emiliana ma nasce nel sabaudo capoluogo piemontese (cosa che rivendica spesso e volentieri). Spesso si diletta con la macchina fotografica.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.